Né Giulietta, né Romeo 

Andrea Amato, Pia Engleberth, Corrado Invernizzi, Veronica Pivetti, Carolina Pavone, Francesco De Mirand

 

VERONICA PIVETTI (regia – Olga Strada) nel 1972, all’età di sette anni, inizia l’attività di doppiatrice, che svolge tuttora.

Debutta al cinema nel 1995 con Viaggi di nozze, regia di Carlo Verdone. Nel 1996 è diretta da Lina Wertmuller del film Metalmeccanico e parrucchiera in un turbine di sesso e politica. Seguono Altri uomini, Le giraffe, Les ritaliens di Philomène Esposito. In televisione presenta il Festival di Sanremo nel 1998 e, nello stesso anno la troviamo fra le protagoniste della serie Commesse, regia di Giorgio Capitani. Seguono alcune miniserie e Commesse 2, alcune serie de Il maresciallo Rocca con Gigi Proietti e la fortunata serie Provaci ancora prof!, giunta alla sesta edizione.

Sempre in tv, la serie La ladra, Miacarabefana.it, S.O.S. Befana.

Conduce il programma “Fratelli e sorelle d’Italia” su La7 e due edizioni di “Per un pugno di libri”, su Rai 3.

Nel 2002 è in teatro con Boston marriage di David Mamet diretta da Franco Però.

Nel 2011/2012/2013 con Sorelle d’Italia – avanspettacolo fondamentalista con Isa Danieli per la regia di Cristina Pezzoli. Seguono Tête á Tête – Passioni stonate e Mortaccia, testo e regia di Giovanna Gra. In radio interpreta gli sceneggiati Mata Hari, Giovanna D’Arco, Jolanda la figlia del Corsaro Nero per Radio 2 Rai. Conduce la trasmissione d’intrattenimento Veronica in, sempre per Radio 2 Rai e La mezzanotte di Radio 2. Nel 2012 esce il suo primo libro Ho smesso di piangere edito da Mondadori che diventa Oscar Mondadori nel 2013 dopo varie ristampe.

In doppiaggio la troviamo, tra gli altri, nei film Tutto su mia madre di Pedro Almodovar, Hercules della Disney, Il club delle prime mogli di Hugh Wilson, Harry a pezzi di Woody Allen, Parole, parole, parole di Alain Resnais, e nei cartoni animati Kirikù e la strega Karabà e Ortone nel mondo dei Chi.

Né Giulietta, né Romeo è il suo primo film da regista.

 

ANDREA AMATO (Rocco Bordin) nasce Roma nel 1997 e a soli sette anni inizia a frequentare i corsi teatrali della scuola di recitazione Omnes Artes. Dal progetto nascerà la compagnia “Piccoli per caso” – diretta da Veruska Rossi e Guido Governale – con la quale mette in scena numerosi spettacoli. Tra i più recenti Velocità perfetta, Cuore di neve, Lettere d’amore (con Paolo Ferrari e Valeria Valeri), L’isola che non c’è (con Valeria Valeri), Pinocchio (con Pino Ammendola). È apparso in numerose puntate della fiction tv i Cesaroni 6, ma la sua passione lo ha portato anche su diversi set cinematografici. Tra questi I nostri ragazzi (di Ivano De Matteo) e Il nome del figlio (di Francesca Archibugi). Nel 2014 ha interpretato il protagonista del film Né Giulietta, né Romeo, opera prima di Veronica Pivetti. Il film è stato presentato fuori concorso al Festival del Cinema Giffoni 2015 e adottato da Amnesty International Italia quale film sui diritti umani. Attualmente è impegnato con la compagnia Omnes Artes nella realizzazione dello spettacolo teatrale Cattivi ragazzi con Francesco Montanari.

 

PIA ENGLEBERTH (Nonna Amanda) attrice di teatro, diplomata all’Accademia d’Arte Drammatica del Piccolo Teatro di Milano, dopo una lunga e consistente carriera teatrale approda al cinema nel 2012 con il film Un giorno devi andare, di Giorgio Diritti, uno dei più interessanti cineasti italiani, co-protagonista di Suor Franca accanto a Jasmine Trinca. Nomination Ciack d’Oro 2013 per Pia Engleberth come migliore attrice non protagonista. Il film, girato in Amazzonia, viene proiettato in anteprima mondiale al Sundance Film Festival di Robert Redford. Subito dopo viene scelta dal regista Daniele Lucchetti per Anni Felici. Il ruolo è di nonna Maria accanto a Kim Rossi Stuart e Micaela Ramazzotti. Ha un ruolo anche ne Il capitale umano di Paolo Virzì, super premiato ai David di Donatello. È nel film di Rolando Ravello Ti ricordi di me? con Ambra Angiolini e Edoardo Leo, nel ruolo della psicologa. Un matrimonio da favola di Carlo Vanzina, film commedia che la vede nel ruolo di mamma della sposa e ancora in Fuori mira, Ho ucciso Napoleone e Solo per un weekend (prima mondiale al Festival di Montreal 2015). Partecipa con grande interesse al film Il tempio delle meraviglie di Luca Lucini, film documentario sulla Scala di Milano (anteprima al Teatro alla Scala di Milano 20-09-2015)

In Milano 2015, in cui, da un’idea di Cristiana Mainardi, sei registi: Elio, Roberto Bolle, Silvio Soldini, Walter Veltroni, Cristiana Capotondi, Giorgio Diritti, attraverso sei cortometraggi costruiscono un’immagine di Milano, Pia Engleberth è la voce recitante che chiude il cortometraggio di Giorgio Diritti.

 

CORRADO INVERNIZZI (Manuele Bordin) si è formato all’Accademia dei Filodrammatici di Milano e al Conservatorio Puccini di La Spezia dove ha studiato canto lirico, pianoforte e composizione. Ha cominciato a lavorare in teatro con Giuseppe Patroni Griffi. Ha proseguito con Gabriele Lavia. Dal 2000 si è trasferito in Francia, dove tuttora risiede, per lavorare con Francis Aiqui e Laurent Vacher. Da ricordare in teatro la partecipazione allo spettaccolo di Marco Tullio Giordana The Coast of Utopia dove interpretava il ruolo di Belinskij e I Briganti di Shi Nai’an, diretto da Patrick Sommier, con L’Opera di Pechino. Nel 2008 Marco Bellocchio lo sceglie per interpretare il ruolo dello psichiatra in Vincere. Lo chiama in seguito per lavorare su due cortometraggi. Marco Tullio Giordana gli affida il ruolo del giudice Pietro Calogero nel suo Romanzo di una strage. Comincia ad apparire in produzioni internazionali, Zabana dell’algerino Said Ould Khelifa, The Face of an Angel dell’inglese Michael Winterbottom e The Silent Mountain dell’austriaco Ernst Gossner. Nel 2014 partecipa alla produzione di una serie televisiva americana, Marco Polo, dove interpreta il ruolo di Maffeo Polo.

 

CAROLINA PAVONE (Maria) nasce a Roma nel 1994. Frequenta il corso di teatro di Tiziana Rollo e quello del Teatro Euclide. Nel 2014 lavora come assistente alla regia al film Mia Madre di Nanni Moretti, con Margherita Buy e John Turturro. Debutta come attrice nel film Né Giulietta, né Romeo per la regia di Veronica Pivetti, nel ruolo di Maria.

 

FRANCESCO DE MIRANDA (Mauri) nasce a Roma il 27 gennaio 2001 e inizia la sua carriera di piccolo attore nel 2009 partecipando come protagonista alla realizzazione di un filmato per la trasmissione Rai Ciak si canta; seguono poi diverse comparsate sia in tv (Due imbroglioni e mezzo 2, Ho sposato uno sbirro 2, Ciak si canta 2) sia al cinema (Nessuno mi può giudicare, Gli sfiorati, Mi rifaccio vivo, Pazze di me, Mai stati uniti, La prima volta di mia figlia), partecipa alla realizzazione di cortometraggi e pubblicità: Achille di Giorgia Farina (2009), I feel cud di Brando De Sica (2010), spot Cariparma (2011), Tiger boy di Mainetti (2011), Due piedi sinistri di Isabella Salvetti (2015), La partita di Frank Jerky(2015)

Comparsa speciale in Braccialetti rossi di Giacomo Campiotti nel ruolo di Mirko (2013), partecipa come coprotagonista alla fiction In treatment 2 di Saverio Costanzo (2014), protagonista di puntata in A un passo dal cielo 3 (2014).

Nel 2015 viene scelto come coprotagonista nell’opera prima di Veronica Pivetti Né Giulietta, né Romeo nel ruolo di Mauri e, sempre nel 2015, come protagonista del film di Ascanio Celestini Viva la sposa nel ruolo di Salvatore, in concorso alla giornata degli autori alla 72 mostra di Venezia.

 

RICCARDO ALEMANNI (Manetti) nasce ad Alessandria, nel ‘97. All’età di dieci anni comincia ad appassionarsi al ballo hip hop. Frequentando i corsi di hip hop presso la scuola di Danza “Silvia Ferraris Danza e Spettacolo”, gli viene proposto di partecipare ad uno stage di musical, disciplina alla quale si appassiona moltissimo e decide quindi di frequentare la scuola di Musical “Musical Factory”.

Partecipa a diversi stage tra i quali danza classica con Daniela Chianini e Joan Bosioc, laboratorio teatrale con Chiara Noschese e musical; nel 2012 partecipa a Roma Musical con i maestri Christian Ginepro e Maria Laura Baccarini (musical), Chiara Noschese (recitazione), Stefano Bontempi (BoB Fosse), Francesco Lori, Simone Polacchi (canto) Silvia Ferraris (tip tap) vincendo una bosra di studio.

Sempre nel 2012 consegue il diploma professionale di Musical “Musical Factory”, partecipa al musical Tutti su per terra scritto diretto e interpretato da Christian Ginepro e Massimiliano Giovannetti , rappresentato al Teatro Alessandriano di Alessandria.

Nel 2013 ottiene il ruolo di Max nella sitcom di Disney Channel Life bites 7, interpreta il ruolo di Alessandro nel film per la TV Una coppia modello regia di Fabrizio Costa.

Sempre nel 2013 ottiene il ruolo di Tommy Martini nella Fiction Un medico in famiglia 9 regia di Francesco Vicario e Elisabetta Marchetti.

Nel 2014 ottiene il ruolo di Mattia Rubini nella Fiction Che dio ci aiuti 3 regia di Francesco Vicario; interpreta il ruolo di Manetti nel film Né Giulietta, né Romeo regia di Veronica Pivetti.

Sta attualmente girando a Roma la 10^ serie della fiction Un medico in famiglia sempre nel ruolo di Tommy Martini.

 

FILIPPO DINI (Corrado) frequenta la Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova dal 1994 al 1996. Nel ’98, insieme a quattro suoi compagni di corso (Andrea Di Casa, Sergio Grossini, Fausto Paravidino e Giampiero Rappa), fonda la compagnia Gloriababbi Teatro, con la quale collabora tuttora.

Lavora in teatro come attore con registi come Giampiero Rappa, Fausto Paravidino, Giorgio Barberio Corsetti, Carlo Cecchi, Valerio Binasco, Luca Barbareschi e Paolo Magelli.

Come regista, cura la messa in scena di: 2 fratelli di Paravidino, Riccardo III di Shakespeare, Take me away di Gerald Murphy, La macchina infernale di Cocteau e recentemente Ivanov di Cechov.

Per il cinema ha lavorato in Tu ridi dei fratelli Taviani, La via degli angeli di Pupi Avati, Antonia di Ferdinando Cito Filomarino, Mia madre di Nanni Moretti e Né Giulietta, né Romeo di Veronica Pivetti.

Tra i premi conseguiti da ricordare: il Premio Le Maschere del Teatro Italiano 2011 come migliore attore non protagonista in Romeo e Giulietta, regia di Valerio Binasco; il Premio Golden Graal 2013 come migliore attore per gli spettacoli Romeo e Giulietta, regia di Valerio Binasco e Il discorso del Re, regia di Luca Barbareschi; il Premio ANCT Hystrio 2014.

 

CARLINA TORTA (Nada) entra nel 1974 a far parte del Teatro del Sole di Milano. Nel 1979 scrive e interpreta Panna Acida con Angela Finocchiaro, con la quale fonda il Teatro Panna Acida. Insieme realizzeranno Scala F. In seguito firmerà la regia e la drammaturgia di numerosi spettacoli tra cui Nera, Come la notte, Solo per archi, Riso integrale, Casalinghitudine e Manicomio primavera (dai libri di C.Sereni), Grazie Wody, Amaramore, Torta al cioccolato, La pazienza del tempo. Ha lavorato in teatro come interprete con E. Pozzi, P. Degli Esposti, M. D’Abbraccio, A. Galiena, F. Oppini, A.R. Schammah, P. Mazzarella, G. Tedeschi, A. Giordana, G. Sepe, A. Asti, M. Zannoni, L. Savino, M.A. Monti, A. Gentileschi, L. Brunetta. In cinema con M. Nichetti, N. Moretti, G. Piccioni, M. Sordillo, Aldo, Giovanni e Giacomo, E. Cappuccio, G. Arcelli, C. Verdone, G. Base, V. Pivetti. Conduce  laboratori di teatro, ricercando una personale linea espressiva come regista e autrice.

 

SARA SARTINI (Prof.ssa Giancola) attrice e conduttrice televisiva, si forma dapprima presso la scuola di recitazione di Beatrice Bracco, diplomandosi nel 2004 e, successivamente, frequenta masterclass con i più famosi maestri e registi italiani ed europei tra cui Pierpaolo Sepe, Dominique De Fazio, Mamadou Dioume, Matteo Tarasco, Doris Hichs. Nella scuola di recitazione di Beatrice Bracco ricopre il ruolo di assistente e insegnante fino al 2010.

Si laurea in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli studi di Roma La Sapienza.

Al cinema è protagonista del film indipendente Amore Liquido, vincitore di numerosi premi tra cui quello di miglior opera prima al Festival de Films du Monde di Montreal nel 2010. Ricopre il ruolo di protagonista anche nel film di Carlo Lucarelli L’isola dell’Angelo caduto presentato al Festival del cinema di Roma nel 2012. Nel 2015, sempre al cinema, è nel cast di Le leggi del desiderio di Silvio Muccino e in quello di Né Giulietta, né Romeo, opera prima che segna l’esordio come regista al cinema di Veronica Pivetti, presentato al Giffoni Film Festival.

In televisione lavora in numerose fiction tra cui Una donna per amico 3, Distretto di Polizia 5, Ris 3, Il bene e il male, Boris 3. Per due anni è nel cast della serie televisiva La nuova Squadra. Lavora poi con Alberto Negrin ne L’isola e nel film tv Sotto il cielo di Roma. Viene diretta da Lucio Pellegrini, nel 2015 nella serie televisiva Tutto può succedere, di prossima uscita.

Al lavoro di attrice ha affiancato quello di inviata e conduttrice televisiva. Negli anni 2005-2006 conduce su Rai 3 Passione Precaria, indagine sul difficile mestiere dell’attore. Nel 2007 ricopre il ruolo di inviata, per La7, nella 32^ edizione dell’America’s Cup e nel programma Le partite non finiscono mai. Dal 2010 al 2012 è conduttrice e inviata del programma Superbike, sempre in onda su La7.

In teatro ha collaborato, fra gli altri, con Pierpaolo Sepe, Massimiliano Farau, Luciano Melchionna e Matteo Tarasco. Sarà tra i protagonisti de La scala, di Giuseppe Manfridi, che debutterà a novembre 2015. A dicembre, sempre in teatro, sarà protagonista dello spettacolo Niente è come sembra, di Rosario Galli.

 

ROBERTA CARTOCCI (Allegra) inizia con la danza, studiando classico, jazz e butho dai sei ai diciotto anni a Firenze. Si trasferisce poi a Roma dove frequenta l’Accademia Nazionale D’arte Drammatica Silvio D’amico. Qui si diploma nel 1993. Ha lavorato con moltissimi registi sia per il teatro sia per il cinema e la tv. Tra i più significativi Giancarlo Sepe (con cui ha collaborato anche come coach per molti anni), Sergej Issaev (Accademia di Mosca), Marco Maltauro, Marco Carniti, Mariano Lamberti, Alessandro Piva, Antonello Grimaldi, Francesco Vicario, Paolo Sorrentino, Michael Winterbottom.